Giovedì, 16 Aprile 2015 16:17

Bando Anci: 78mila euro al Comune di Brindisi

Il Comune di Brindisi, secondo in graduatoria, è fra i ventuno vincitori di "ComuneMenteGiovane" e "MeetYoungCities", i due bandi lanciati da Anci (Associazione nazionale comune italia) e Ifel e finanziati, per un totale di 1,8 miliardi, dal Dipartimento della Gioventù e dall'Agenzia nazionale per i Giovani. Al centro, l'innovazione sociale a livello comunale e interventi su spazi e beni pubblici.

Tutti i progetti, gestiti da giovani under 35, partiranno tra aprile e maggio e si concluderanno entro giugno 2016. Le altre venti città coinvolte sono: Cesena, Pesaro, Sesto San Giovanni (Mi), Varese, Novara, Rimini, Pescara, Massa, Piacenza e Cerignola (Fg) grazie al programma ComuneMenteGiovane, e Bari, Rosignano Marittimo, Unione di Comuni Romagna Faentina, La Spezia, Tavagnacco, Lecce, Trento, Milano, Prato e Vercelli. Quasi 200 sono stati i progetti in gara presentati da circa 150 Comuni.

"Si tratta di risorse - specifica il direttore dell'agenzia giovani, Giacomo d'Arrigo - che arrivano direttamente nei territori e danno protagonismo ai Comuni e alle nuove generazioni. I giovani e le Citta' sono un binomio che deve essere sempre piu' rafforzato nell'ottica della costruzione dell'Europa, e il nostro lavoro con il bando MeetYoungCities, traccia un percorso importante in questa direzione".

Il Comune di Brindisi, da quanto si apprende in una nota stampa del vicesindaco Giuseppe Marchionna, ha conseguito un punteggio pari ad 83, ottenendo un finanziamento nazionale di 78mila euro. “Con questo tipo di iniziative – afferma Marchionna - intendiamo supportare meccanismi di inclusione e partecipazione dei giovani, con particolare riferimento a quelli appartenenti a categorie che, in termini sociali, economici o fisici, soffrono condizioni di minori opportunità formative, culturali e professionali”. “L’obiettivo – prosegue Marchionna - è quello di attivare iniziative territoriali di coinvolgimento dei giovani nel co-design di spazi e servizi, attraverso un utilizzo mirato delle tecnologie digitali. Per questo motivo, l’allocazione privilegiata del progetto finanziato sarà all’interno dell’Hub della Conoscenza, di cui rappresenterà il primo, tangibile esempio di attrazione di investimenti.

Un doveroso ringraziamento, intanto, va senza dubbio rivolto al consigliere comunale Mauro D’Attis, membro del Consiglio direttivo nazionale dell'Anci, che ha sostenuto il progetto del Comune di Brindisi lungo tutto l’iter approvativo”.

Il progetto era stato presentato nello scorso dicembre nell’ambito del bando Anci “ComuneMenteGiovane”, in partenariato con l’Associazione Brindisi Is, ItaliaCamp Srl, Fondazione Giacomo Brodolini e Camera di Commercio di Brindisi. Le proposte potevano essere presentate da Comuni capofila aventi popolazione compresa tra 50mila e 150mila abitanti. Ogni Comune poteva richiedere un finanziamento massimo di 80mila euro e garantire un co-finanziamento di almeno il 20 per cento del valore totale del progetto.